Liceo Classico Foligno

Viaggio d’istruzione sui Luoghi della memoria

Print Friendly, PDF & Email

Stanchi … ma felici!

Voglio iniziare così la riflessione e il bilancio sicuramente positivo del viaggio d’istruzione sui Luoghi della memoria collegato al progetto d’istituto “Cammina, scopri e produci” realizzato dal Liceo classico “F.Frezzi – Beata Angela” in collaborazione con al FIE Valle Umbra Trekking di Foligno e valido come esperienza di ASL.
I trentasette studenti e studentesse delle due classi terze del Liceo classico si sono cimentati quest’anno con un percorso impegnativo: 17 km sulle piccole Dolomiti, a ripercorrere l’anello storico di Campogrosso, lungo il sentiero delle Mole per raggiungere la linea fortificata costruita dall’esercito italiano dopo la Strafexpedition austriaca del 1916.
Il sentiero percorso in parte sotto una pioggia battente, ha portato ragazze e ragazzi a rivivere le difficoltà dei nostri soldati, a condividere l’asprezza della montagna, ancor più inospitale durante la Grande Guerra, ma anche a godere del paesaggio naturale, tra boschi di faggio e abete rosso, spettacolari fenomeni erosivi e i resti delle antiche attività antropiche come le macine, che danno il nome al sentiero.
Sicure ed esperte la guida alpina Paolo Asnicar e la guida ambientale Sebastiano Sandri che hanno affiancato gli studenti, guidandoli lungo il percorso e stimolando la loro curiosità e l’interesse per i luoghi naturali e storici della prima e seconda guerra, come nella visita al Museo del soldato e al bunker dove è stato firmato l’armistizio segreto tra Italia e Germania il 22 aprile del 1945.
Il viaggio d’istruzione ha previsto anche una sosta a Padova per visitare la spettacolare Cappella degli Scrovegni e a Vicenza per la Villa Valmarana ai nani: una gioia per gli occhi i dipinti di Giotto e del Tiepolo padre e figlio, come anche il giardino fiorito della dimora nobiliare, dove gli studenti si sono riposati per uno spuntino e qualche bella foto ricordo.
Ragazze e ragazzi si sono meritati i complimenti delle guide e anche quelle delle loro insegnanti.
L’appuntamento è per il prossimo anno: un altro percorso, un altro angolo di storia tra bellezze naturali e artistiche da scoprire insieme ai nostri studenti.